Questo sito impiega cookie come descritto nella informativa. Continuando la navigazione si esprime consenso a tale impiego

PAOLO QUAZZOLO (ed. 2008, 2009, 2010, 2011)

Nato a Trieste, è ricercatore presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Trieste, dove tiene la cattedra di Drammaturgia e di Organizzazione ed Economia dello spettacolo. Tra le sue pubblicazioni ricordiamo Delitti in palcoscenico. La commedia poliziesca italiana dal 1927 al 1954 (2000). E’ responsabile dell'Ufficio relazioni culturali del teatro La Contrada di Trieste nonché fondatore direttore dell'Associazione culturale Amici della Contrada.

LORIS RAMBELLI (ed. 2009, 2012)

Ha scritto articoli e saggi sulla narrativa poliziesca italiana pubblicati in riviste («Problemi», «Delitti di carta», «Charta») e in volume (Storia del “giallo” italiano, Garzanti 1979; “Delitto per iscritto”, con Elisabetta Camerlo, Palumbo 1997; “Ezio D’Errico: paura e fascinazione”, Pirani Bibliografica 2012). Con Renzo Cremante ha curato “La trama del delitto. Teoria e analisi del racconto poliziesco” (Pratiche, 1990, 2. ed.).

GIANCARLO RE (ed. 2009, 2011)

Gradiscano, laureato in lettere classiche, è stato dirigente per la comunicazione di marketing ed immagine presso alcune aziende internazionali e nazionali. Giornalista pubblicista e copywriter, da qualche anno è diventato anche editore ( Libra edizioni) ed autore. In questa ultima veste, ha pubblicato diversi libri tra i quali Racconto di frontiera, dove compare per la prima volta la figura di Peter, protagonista anche de La vendetta di Eracle. Di recente pubblicazione il giallo Emopoli.

FRANCESCO RECAMI (ed. 2011)

Nasce a Firenze nel1956. La sua carriera di scrittore inizia con la redazione di testi divulgativi e di guide di montagna. Ben presto però Francesco Recami si imbatte nella letteratura per ragazzi. Pubblica infatti i due romanzi per ragazzi Assassinio nel paleolitico (1996) e Trappola nella neve (2001). Nel 2006 esordisce anche nella letteratura per adulti con il libro dal titolo L’errore di Platini pubblicato da Sellerio, con Il superstizioso (2008) si aggiudica un posto nella rosa dei cinque finalisti del Premio Campiello. Nel 2009 grazie all’uscita del romanzo Il ragazzo che leggeva Maigret Francesco Recami si aggiudica la vittoria del Premio Scrittore Toscano. Il suo ultimo romanzo Prenditi cura di me è entrato nella rosa dei 12 finalisti dell’edizione 2010 del Premio Strega.

Recami 2011

PIERVALERIO REINOTTI (ed. 2008, 2010)

Magistrato, Presidente della Corte d’Assise d’Appello di Trieste e Presidente di sezione della Corte d’Appello di Trieste. Nato a Torino nel 1951 afferma di essere “scrittore a tempo perso di libri gialli”. In passato è stato pubblico ministero sia alla Procura della Repubblica di Trieste che in Procura Generale, per diverso tempo si è occupato di rapporti con le autorità Giudiziarie straniere.

ANDREA RIBEZZI (ed. 2009, 2010, 2011, 2014)

Nato a Trieste nel 1959, è uno scrittore di noir con la passione per la storia. Dal passato di ispettore di polizia ha tratto ispirazione per i propri romanzi che sono ambientati a Trieste. Ha insegnato tecnica criminale e delle investigazioni alla scuola allievi agenti di PS di Trieste. Ha pubblicato Sette fine – La prima indagine dell’ispettore Ravera (Ibiskos 2009), finalista al Premio di Letteratura Poliziesca Franco Fedeli 2010, Eredità blindate – L’ispettore Ravera indaga (Ibiskos 2010), Ciliegie in Autunno (Ibiskos 2011), il racconto Il sorriso della polena nell’antologia Nero 13 - Il giallo a nord est (Libra Edizioni 2012). Ombre diffuse (2014) è il recente romanzo con l’ispettore Ravera.

Andrea Ribezzi al festival letterario Grado Giallo 2014

ROBERTO RICCARDI (ed. 2012, 2013)

Colonnello dell’Arma, giornalista e direttore responsabile della rivista “Il Carabiniere”, ha pubblicato per l’editrice Giuntina “Sono stato un numero” (Premio Acqui Storia 2009), “La foto sulla spiaggia” e, con Giulia Spizzichino, “La farfalla impazzita”. Nel Giallo Mondadori sono usciti “Legame di sangue” (Premio Tedeschi 2009) e “I condannati”. Il romanzo “Venga pure la fine” è il secondo che ha per protagonista il tenente Rocco Liguori, dopo “Undercover”. Entrambi i romanzi fanno parte della Collezione Sabot/age, diretta per le edizioni e/o da Colomba Rossi e curata da Massimo Carlotto.

PEPPE RUGGIERO (ed. 2011)

Giornalista professionista, collabora con varie testate ed è tra i curatori del Rapporto Ecomafia di Legambiente. Nel 2007 ha realizzato con Andrea D’Ambrosio ed Esmeralda Calabria il documentario Biùtiful cauntri, vincitore del Nastro d’Argento 2008 come miglior documentario uscito in sala. Nel 2010 è stato consulente su criminalità e sicurezza alimentare per la trasmissione Mi Manda Rai Tre. Con il libro L’Ultima cena, a tavola con i boss del 2010 Ruggiero fa emergere il malaffare e la malapolitica dell’agroalimentare.

SIMONETTA SALVETTI (ed. 2008)

Direttore del Teatro della Regina di Cattolica, responsabile dell’ufficio Cinema-Teatro del Comune di Cattolica, è una delle responsabili del Mystfest, uno dei festival più importanti dedicati al giallo e al noir.

CECILIA SCERBANENCO (ed. 2013)

Laureata in filosofia medievale, da molti anni lavora nell’editoria come traduttrice, editor e consulente di narrativa di genere. Con Garzanti lavora stabilmente alla ripubblicazione e rivalutazione dell’opera del padre, Giorgio Scerbanenco. È fondatrice degli Archivi Scerbanenco che si occupano, in collaborazione con la Biblioteca di Lignano Sabbiadoro, del recupero, catalogazione e archiviazione dell’intera produzione dello scrittore. È presidente del premio letterario Giorgio Scerbanenco, organizzato all’interno del Noirfest di Courmayeur.

MICHAEL SFARADI (ed. 2014)

Nasce a Roma nel 1961. Cittadino israeliano e giornalista free lance in lingua italiana è iscritto alla Tel Aviv Journalist Association. È specializzato in politica mediorientale e analisi militari e ha scritto in Italia per i quotidiani “Opinione delle Libertà”, “Liberal” e per il settimanale “Tempi”. Reporter di guerra per “Opinione” durante l’operazione ‘Piombo fuso’ e per “Libero” durante l’operazione ‘Margine Protettivo’. Si autodefinisce ‘politicamente scorretto’. Autore di romanzi thriller tra i quali Mosaico mortale omicidi a Spilimbergo.

Michael Sfaradi al festival letterario Grado Giallo 2014

NICOLA SKERT (ed. 2010, 2013)

Vive a Udine. Laureato in biologia, dottore di ricerca, oltre ad alcuni articoli scientifici ha pubblicato Pus Underground (Montag Edizioni, 2010), Racconti PET (Pulp Erotic Trash), vol. 1 (Lettere Animate Edizioni, 2013), Hitorizumo (Minerva Edizioni, 2013). Suoi racconti sono comparsi nelle antologie Voglio un racconto spericolato (Damster Edizioni, 2011) e Nero 13 (Libra Edizioni, 2012)

SECONDO SIGNORONI (ed. 2010)

Ha da poco pubblicato per la collana “Segretissimo” della Mondadori Le sabbie di Chernobyl, l’ennesima avventura che vede come protagonista l’investigatore dell’Arma dei carabinieri Dario Costa, questa volta alle prese con narcotrafficanti assetati di sangue, golpisti in agguato e poliziotti senza morale. Chimico dell’Eni in pensione Signoroni è diventato scrittore a tempo pieno. Il suo amore per il giallo poliziesco viene da lontano, dagli anni Settanta quando vinse, dal 1975 al 1977, le tre edizioni del Mistery Festival di Cattolica. Signoroni ha poi deciso di esplorare un universo diverso, quello della spy story, in cui struttura e intrighi hanno un ritmo diverso, così come il lavoro richiesto prima di buttarsi nel racconto è più complesso e la documentazione più accurata perché i lettori di gialli e spy fiction sono “maniaci del dettaglio”. Lo scrittore lodigiano ha già pronta in tasca una nuova storia che dovrebbe essere pubblicata nel 2011.

MAURO SMOCOVICH (ed. 2008, 2009)

Nato a Pescara nel 1966, scrittore e collaboratore editoriale, ha curato tre DizioNoir, dizionari dedicati alle origini del giallo italiano, alla scrittura e al fumetto noir (Delos Books 2006 - 2008). Ha pubblicato un’antologia di racconti e un romanzo. E’ inoltre curatore della rivista telematica Thriller Magazine e, insieme a Sacha Rosel, del sito ipinguini.com. Ha creato, con Carlo Lucarelli e Giuseppe Di Bernardo, la serie a fumetti Cornelio - Delitti d’autore (Star Comics, 2008) per la quale scrive le sceneggiature. Cura i siti e i blog ufficiali di Carlo Lucarelli e Valerio Varesi.

PIETRO SPIRITO (ed. 2008)

Scrittore, saggista, giornalista de "Il Piccolo". Nato a Caserta nel 1961, Spirito collabora a diversi periodici quali "L'Indice", "L'Esopo", "Quaderni giuliani di storia". Tiene corsi di giornalismo e scrittura creativa. Tra le sue opere narrative ricordiamo Le indemoniate di Verzegnis e il recente Un corpo sul fondo entrambi pubblicati da Guanda Editore.

CINZIA TANI (ed. 2013)

Romana, è scrittrice e autrice e conduttrice di programmi radio-televisivi. Ha pubblicato i libri: Sognando California (Marsilio), Premiopoli (Mondadori), I mesi blu (Marsilio), FantasticaMente: Paure e manie degli Italiani (Nuova Eri), Dalla Russia alla Russia (Longanesi), Assassine (Mondadori), Come Vivere FantasticaMente con 100 paure (Rai-Eri), Coppie assassine (Mondadori), Nero di Londra (Mondadori), Amori al bivio (Sperling & Kupfer), Amori crudeli (Mondadori), I segreti delle donne (Sperling & Kupfer), L’insonne (Mondadori), Rosso (Giulio Perrone), Sole e ombra (Mondadori), La brava moglie (Piemme), Panico (Mondadori), Lo stupore del mondo (Mondadori), Rabbia (Mondadori), La migliore amica (Piemme), La Mela (Gallucci), Charleston (Mondadori), Io sono un'assassina (Mondadori), Stringimi (Piemme), Il bacio della Dionea (Mondadori), Mia per sempre (Mondadori). Ha insegnato Storia sociale del delitto presso laFacoltà di Sociologia, La Sapienza di Roma. Tiene un laboratorio di scrittura alla LUISS. E’ Cavaliere della Repubblica per meriti culturali.

DANIELE TERZOLI (ed. 2010, 2011, 2012)

Ha studiato Cinema al DAMS dell’Università di Trieste. Dal 1994 collabora con il centro ricerche e sperimentazioni cinematografiche e audiovisive La Cappella Underground, associazione culturale di cui è presidente dal 2002. Coordina, inoltre, la programmazione del festival internazionale della fantascienza di Trieste “Science+Fiction” sin dalla prima edizione. Dal 2009, è responsabile per la sezione cinema del Teatro Miela.

Terzoli 2011

MAURIZIO TESTA (ed. 2012)

Romano, giornalista dal 1975, dopo una ventina d’anni nell’editoria quotidiana e specializzata esordisce nel 1998 nel web come direttore editoriale del network Axnet (Ax Digital Systems), che aggrega una decina di siti tra cui NewsOre13 (1998-2003), primo quotidiano italiano nato sul web e fruibile anche su carta. Altro intervallo “cartaceo”, come direttore editoriale della Tattilo, e, appassionato di gialli, fonda il magazine Il Falcone Maltese di cui è direttore 2004-2007, con l’annuario NoirBook e relativo sito web. Tra gli altri ha pubblicato “Maigret e il caso Simenon” (Biblioteca del Vascello - 1998 e Robin, 2000) tradotto in Francia, Belgio, Germania, Austria e Svizzera tedesca, “L'uomo che voleva essere Maigret”(Robin), “Adieu Simenon”, “ Chez Maigret” (ElleU Multimedia, 2003), “Appuntamento fatale” (Robin, 2004) sotto pseudonimo Gregory K.Garrison. Dal novembre 2010 gestisce l’unico blog quotidiano italiano di informazione, recensioni, commenti e attualità, dedicato a Simenon: www.simenon-simenon.com

DANG THI PHUONG THAO (ed. 2010)

Insegna all’Università di Hanoi (Vietnam) da 32 anni, è docente di vietnamita per stranieri e di italiano nonché direttrice del Dipartimento di Italianistica ad Hanoi. Ha tradotto libri gialli (degli autori Stelly Garner, George Simenon) da tre anni traduce film polizieschi italiani per la TV vietnamita.

LEONARDO TOGNON (ed. 2012, 2013)

Classe 1958, gradese, giornalista pubblicista, da oltre 25 anni nel segno della cultura e graisanitae segue e organizza il Festival della canzone Gradese per l’Associazione Quelli del festival, collaboratore del Festival della canzone del Friuli Venezia Giulia è membro della commissione per la valorizzazione dei dialetti di origine veneta parlati nella regione FVG, autore di testi per manifestazioni musicali e teatrali, ha intervistato e presentato nei salotti estivi numerosi autori, scrittori e poeti. E’ appassionato di cinema e di colonne sonore.

GIUSEPPE TREBBI (ed. 2014)

E' nato a Trieste nel 1953. Dopo la maturità classica, si è laureato nel 1977 all'Università di Trieste con una tesi sul patriarca di Aquileia Francesco Barbaro (1546-1616). Dal 2000 è professore ordinario di Storia Moderna al DISU dell’Università di Trieste, dove insegna anche Storia del Risorgimento. Coordina la laurea magistrale in Studi storici dal Medio Evo all’età contemporanea (Interateneo Trieste-Udine).

Giuseppe Trebbi al festival letterario Grado Giallo 2014

VALERIO VARESI (ed. 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2014)

Nato a Torino nel 1959 si è laureato in filosofia all'Università di Bologna. E’ stato corrispondente da Parma per La Stampa e La Repubblica, nel '90 è passato alla redazione bolognese di La Repubblica. La prima pubblicazione è del '98, un romanzo giallo (Ultime notizie di una fuga) liberamente tratto dalla vicenda Carretta. Nel 2000 è uscito "Bersaglio, l'oblio" edito da Diabasis con il quale è stato finalista al festival del noir di Courmayeur e al premio Fedeli. Sono seguiti alcuni romanzi con l'ispettore Soneri protagonista, editi da Frassinelli, che, con il volto di Luca Barbareschi è approdato in Tv nella serie di sceneggiati Nebbie e Delitti su Rai Due. Nel 2009 ha ricevuto il premio alla carriera Lama e Trama, nel 2010 vince il Premio Serravalle Noir. Nel 2011 è stato finalista al CWA International Dagger assieme ad Andrea Camilleri e Fred Vargas e vince Il Premio del Centenario Giorgio Scerbanenco con E' solo l'inizio, commissario Soneri (Frassinelli). Tra le ultime pubblicazioni per Frassinelli il thriller "Le avventure del Commissario Soneri" e il romanzo "La Sentenza". La strategia della lucertola (2014) è lo specchio spietato della società contemporanea.

Varesi 2011

GRAZIA VERASANI (ed. 2011)

Ha esordito ventenne con alcuni racconti apparsi sul Manifesto nella rubrica “Narratori delle riserve” di Gianni Celati. Ha pubblicato nove libri, tra cui il fortunato Quo vadis baby? (Oscar Mondadori) da cui il regista Gabriele Salvatores ha tratto l’omonimo film e prodotto una serie tv. Gli altri romanzi con l’investigatrice Giorgia Cantini sono Velocemente da nessuna parte (Tascabili Feltrinelli) e Di tutti e di nessuno (Kowalski/Feltrinelli) Per Feltrinelli è uscito nel 2008 Tutto il freddo che ho preso. I suoi romanzi sono stati tradotti in vari paesi. La sua opera teatrale From Medea, Maternity Blues (Sironi Editore), più volte rappresentata in Italia, Germania e Francia, è diventata un film con la regia di Fabrizio Cattani, presentato all’ultima Mostra del cinema di Venezia, e verrà distribuito nelle sale da Fandango. Collabora con riviste e quotidiani, e molti suoi racconti sono apparsi su antologie italiane e straniere.

Verasani 2011

SERGEI VERC (ed. 2008)

Scrittore, regista e autore di cabaret satirici per teatro, radio e televisione. Premiato con il prestigioso premio Fondazione Prešeren per la regia radiofonica della Divina Commedia di Dante. Nel 2006 la Robin Edizioni, ha pubblicato il suo romanzo La colonna di Rolando.

RITA VERDIRAME (ed. 2010)

Rita Verdirame è docente alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Catania. Studiosa in particolare di autori dell’Otto e del Novecento, ha allestito per Le Monnier l’edizione critica dei due primi romanzi verghiani, portando alla luce un testo disperso di Verga, Felis Mulier (Sellerio, 1999), ha realizzato, per il Piccolo Teatro e per lo Stabile di Catania, sceneggiature e riduzioni drammaturgiche di alcuni testi letterari. Tra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo L’almanacco del delitto. I racconti polizieschi del “Cerchio Verde” (Sellerio) un’antologia in cui ripercorre attraverso la rivista mondadoriana «Il cerchio verde» uscita tra il ‘35 e il ‘37, i primi passi del giallo italiano, e nel 2009 Narratrici e lettrici (1850-1950). Le letture della nonna dalla contessa Lara a Luciana Peverelli.

ELENA VESNAVER (ed. 2009)

Nata a Trieste, scrittrice, vincitrice di vari concorsi letterari, ha pubblicato libri per ragazzi (Le storie di Pozzo ed Elide dov’è? Il mistero della bidella scomparsa, un giallo “under 12”). Suoi lavori sono presenti in varie antologie. Un suo monologo Un problema delicato è risultato tra i vincitori del concorso per corti teatrali Mai detto, m’hai detto 2009 ed è stato rappresentato a Porto Sant’Elpidio (MC) il 29 maggio durante il Festival di Microdrammaturgia. Nel 2009 ha pubblicato le storie noir Le ragioni dell’inverno (Edizioni Agar) e con Lineadaria, sempre nello stesso anno, è uscito Cime Tempestose (odio i fantasmi), albo per ragazzi con le fantastiche illustrazioni di Sandro Natalini.

MARCO VICHI (ed. 2011)

Scrive su riviste e quotidiani nazionali ed è stato il curatore di antologie come Città in nero (Parma, Guanda,2006) e Delitti di provincia (Parma, Guanda, 2007). Il suo primo romanzo è L’inquilino, edito da Guanda, nel 1999 (di cui Vichi ha scritto una sceneggiatura insieme all’amico Antonio Leotti). Nel2002, con Il Commissario Bordelli, ha fatto la sua prima apparizione il commissario protagonista di una serie di polizieschi ambientati nella Firenze degli anni ‘60. Nel 2004 ha vinto il Premio Fedeli con Il nuovo venuto. Ha anche allestito spettacoli teatrali e curato sceneggiature televisive. Nel 2009 vince il Premio Scerbanenco con il romanzo Morte a Firenze.

ANDREA VILLANI (ed. 2012)

Nato a Salsomaggiore Terme il 18 aprile 1960, scrittore e drammaturgo italiano, ha scritto per il teatro e pubblicato diversi racconti per antologie, riviste e quotidiani tra i quali la Gazzetta di Parma, La Repubblica e Giallo Mondadori. E' responsabile cultura della rivista "Terre Verdiane News", è stato direttore esecutivo dello Psicofestival e direttore artistico e conduttore dei talk show televisivi Diciottoeventi (TV PARMA) e Noveventi. Ha pubblicato, con Todaro, il romanzo noir "La notte ha sempre ragione" e "La strategia del destino" con Mursia Editore. E' ospite opinionista a Rai2, a Rai Notte, a TV Circuito 5 Stelle e a Rai Radio 2. Conduce il programma radiofonico FUORI ARGOMENTO per RPR.

SIMONA VINCI (ed. 2010)

Nata a Milano il 6 marzo del 1970, vive a Bologna. Il suo primo romanzo, Dei bambini non si sa niente (Einaudi, 1997) ha suscitato diverse polemiche, ottenendo un grande successo di pubblico e di critica ed è stato tradotto in quindici paesi, tra i quali gli Stati Uniti, il Giappone e la Cina. Sempre per Einaudi (ed egualmente tradotti in molti Paesi) sono usciti la raccolta di racconti In tutti i sensi come l’amore (1999) e i romanzi Come prima delle madri (2003), Brother and Sister (2004) Stanza 411 (2006) Strada Provinciale Tre, (2007) e Rovina (Edizioni Ambiente, 2007). Per i lettori più giovani ha pubblicato Corri, Matilda (E.Elle, 1998) e Matildacity (Adnkronos Libri, 1998). Collabora con vari quotidiani nazionali e ha lavorato per la radio e la televisione. E’ traduttrice letteraria dall’inglese. Nella collana I Corti di carta del Corriere della sera è uscito, a settembre 2008, il racconto Un’altra solitudine, nel 2009 è uscito per Rizzoli Nel bianco, un reportage di viaggio da Islanda e Groenlandia, nel 2010 ha pubblicato per Einaudi l’antologia Sei fuori posto.

CLAUDIO ZACCARIA (ed. 2012) DIEGO ZANDEL (ed. 2008, 2012, 2013)

E' nato nel campo profughi di Servigliano, nelle Marche, da genitori fiumani. E’ autore di diversi romanzi: “Massacro per un presidente” (Mondadori, 1981, ripubblicato da Il ramo d’oro-EDIT, 2012), “Una storia istriana” (Rusconi, Finalista Premio Napoli, 1987), “Crociera di sangue” (Segretissimo, Mondadori, 1993), “Operazione Venere” (Segretissimo, Mondadori, 1996) “I confini dell’odio” (Aragno, 2002), “L’uomo di Kos” (Hobby&Work, 2004), “Il fratello greco” (Hacca, 2010), “I testimoni muti” (Mursia, 2011), “Essere Bob Lang” (Hacca, 2012). Molti i suoi racconti pubblicati in diverse antologie. Da uno di essi “Stendhal, il carbonaro” è stato tratto uno spettacolo teatrale dalla compagnia La Contrada di Trieste. Suoi libri sono stati tradotti in Croazia e Grecia. Collabora con La gazzetta del mezzogiorno e Il Piccolo.

PAOLO ZELLINI (ed. 2013)

Matematico di formazione, ha studiato e svolto attività di ricerca a Roma, a Pisa e negli Stati Uniti. Ha insegnato nelle Università di Pisa, di Udine e di Roma “Tor Vergata”, dove è professore ordinario di Analisi Numerica, presso il Dipartimento di Matematica, dal 1989. I suoi contributi scientifici, apparsi sulle più importanti riviste internazionali, sono nel settore dell’algebra lineare numerica, della teoria delle matrici, della complessità degli algoritmi e dell’ottimizzazione numerica. Si è pure interessato al significato delle ricerche in questi campi nel quadro di una storia della matematica e, più in generale, di una storia delle idee. Collabora con la pagina della cultura di quotidiani nazionali. Ha pubblicato presso l’editore Adelphi Breve storia dell’infinito, 1980 (premio Viareggio opera prima), La ribellione del numero, 1985, Gnomon, una indagine sul numero, 1999 e Numero e logos, 2010 (premio SEFIR, 2011). Una parte di questi scritti sono stati tradotti in spagnolo, inglese, tedesco e turco.

Zellini 2013

CLARA ZURCH (ed. 2012)

È medico legale presso l’Azienda per i Servizi Sanitari n. 2 "Isontina".